HYTE orizzontale alto
Radio Virgilio Classics Live!
INSOUND fest Alto Sx
FRANKYEFFE dx verticale

Festival - LA CRESCITA DEL BEE FESTIVAL

27 Agosto 2018

LA CRESCITA DEL BEE FESTIVAL

Il primo sabato di settembre si aprirà con la terza edizione del Bee Festival. Location la Fiera di Bolzano. Il Bee è un festival giovane, ma che fin dalla sua prima edizione ha azzardato in line up nomi importanti del panorama techno mondiale. Gli headliner parlano chiaro: Marco Faraone e Nastia alla prima edizione e Ilario Alicante e Nakadia alla seconda. Per la terza edizione l’organizzazione, presieduta da Dragutin “Drago” Doderovic, ha alzato la posta. In console ci saranno Alan Fitzpatrick, Enrico Sangiuliano, Sasha Carassi e l’emergente Onyvaa. Negli ultimi anni il Trentino Alto Adige ha visto la nascita di diversi format e festival di musica elettronica, dal Distretto 38 a Trento al Boom Festival a Egna passando per il Frequencies Electronic Culture in Val di Sole, riscoprendo il popolo della notte. A testimonianza della crescita del festival bolzanino sarà anche la presenza di Fra909Tv tra i media, quindi occhio ai social ufficiali.

A pochi giorni dal Bee Festival abbiamo intervistato il direttore artistico Drago (foto sotto).

 

Spettacolo/bee_fest_drago.jpg

Ciao Drago! Come ti senti a pochi giorni dalla terza edizione. Si dice che la terza prova sia quella della consacrazione. Pre-produzione chiusa o ci sono ancora cose da rivedere? 

Ciao Alessandro. Sono concentrato sulla comunicazione, sulla messa a punto dell’aspetto tecnico e sull’ospitality degli artisti. Pre-produzione chiusa. Difficoltà  particolari no, se si considera che tutta l’organizzazione, l’aspetto economico, booking artisti, burocrazia. Faccio tutto da solo lavorando contemporaneamente al mio locale.

 

Nella passata edizione c’è stato il cambio di location, dal Lido di Laives alla Fiera di Bolzano, quest’anno confermata. La Messe di Bozen è la location giusta, in rapporto anche al concept del festival? 

La Fiera di Bolzano è location fantastica per mille aspetti come accessibilità, sicurezza, ampiezza, strutturazione e bellezza. Sono particolarmente fiero del fatto che un ente cosi importante abbia sposato il concept BEE e ci dà l’inestimabile supporto tecnico ed umano. Per me è la location indoor più bella di tutto il Trentino Alto Adige.

 


 

Appunto, il concept, quanto è importante per il festival? E come il tuo festival veicola l’importanza delle api? 

Il concept è indispensabile per ogni evento, e ciascuno lo sviluppa secondo le proprie idee ovviamente. Il nostro è particolarmente impegnato a sottolineare l’importanza delle api a 360 gradi e a supportare GREENPEACE attraverso l’iniziativa salviamoleapi.org. Inoltre, nel mio piccolo ho alcune arnie e produco il mio miele, ovviamente il miele BEE.

 

Ha un claim o uno slogan il festival?

 Si, oggi più che mai è evidente che solo la musica riesca a unire le persone di tutte le età, colore della pelle e provenienza geografica. Per cui #musicistheanswer ci sta eccome, direi.

 

Come è nata l’idea di creare un festival techno in Alto Adige? 

L’idea è nata perchè sono appassionato alla techno e in Alto Adige non c’è un club underground tipo Tenax di Firenze che trasmetta questa cultura musicale nonostante ci siano tante persone appassionate, di tutte l’età. Per cui ho deciso di creare almeno un appuntamento di un certo livello per tutti coloro che amano la techno e la musica in generale, perché non si può amare la musica senza amare la techno, a mio avviso.

 

Spettacolo/bee_fest_alicante.jpgParliamo di line up. Sempre di livello, anche quest’anno. Nell’edizione 2018 la line up vede 4 dj, molto equilibrata tra Italia e estero. Come scegli gli artisti? 

Gli artisti li studio durante l’anno, ma ciò che è determinante è il sound che voglio proporre al pubblico del BEE e quest’anno voglio far vivere l’emozione che danno le sonorità DRUMCODE, a mio avviso, il top assoluto.

 

Credevamo che Alex Neri fosse diventato una sorta di resident, invece quest’anno non ci sarà. Scelta artistica o era impegnato? 

Alex Neri è un amico fraterno e se oggi ci siamo, è anche per merito suo. Lui c’è sempre anche se non si vede.

 

Quest’anno quali saranno i resident dj del Trentino Alto Adige che ci farai scoprire? 

Purtroppo non ci saranno e la cosa mi dispiace molto, soprattutto per ALEX LEXTAR che c’è stato alle precedenti due edizioni. I motivi sono molteplici e vari, uno su tutti la scarsa propensione di venire al festival presto. A Bolzano le persone escono dopo cena e purtroppo l’orario dell’evento si deve adeguare alle abitudini delle persone che qui ci abitano. Mi ricordo Carl Cox alle 10 del mattino a Torino davanti a 20.000 persone, cosa che a Bolzano per ora non sarebbe possibile. Pazienza.

 

Il Bee Fest 2018 sarà anche la 1st South Tyrol’s International Techno Music Festival. Spiegaci questo nuovo Progetto nel Progetto? 

Per ora l’unico progetto del BEE Festival e’ di fare bene sabato prossimo. Per il futuro ci penseremo dopo. Vi aspettiamo sabato!

 

Bee Festival Ticket e Info 

« Indietro

Contatti   |   Privacy Policy
Copyright © 2017